Taggato: Pedagogia

I significati pedagogici della scrittura e del racconto di sé

I significati pedagogici della scrittura e del racconto di sé

Raffaella Biagioli

Liguori editore, 2016 (Riletture, 3 – Tracce e memorie pedagogiche)

 

Saper scrivere e parlare di sé è storia delle conquiste delle libertà personali ed è anche la storia di una diffusione della cultura del sé e del bisogno umano di sentirsi protagonisti della propria storia e delle forme più adatte per raccontarla, un modello pedagogico autoermeneutico diretto a dar senso ed a comprendere da multiple angolazioni, l’esperienza interiore, psicologica, estetica e professionale dei soggetti in formazione, siano essi bambini, adolescenti o adulti…E’ scegliendo la via dello scrivere di sé, come attività consueta, non per ambizioni letterarie, ma per autoconoscenza che la fatica di darsi un volto si presenta sotto forma di attività di autoformazione che non conosce arresti né età, non c’è infatti un’età per imparare a parlare e a scrivere di sé.

Rilanci

Letture – Philippe Lejeune Una vita per l’autobiografia, Caterina Benelli, Unicopli, 2006

Film – Boyhood, Richard Linklater, Stati Uniti, 2014. Il Film ha vinto l’Orso d’argento per la miglior regia al Festival di Berlino del 2014 e Patricia Arquette ha vinto l’oscar come miglior attrice non protagonista nel 2015.

Musica – “Hero”, Family of the year,  2014, la canzone che fa da colonna sonora al film.

 

Genere

Saggistica

Parole Chiave

Pedagogia, scrittura di sé, autobiografia

Trama

Il volume pone a tema le scritture autobiografiche nei loro significati, problematicità, risorse, e si propone come stimolo ad una riflessione densa di possibilità di crescita educativa. Si costituisce attorno ad alcune scelte epistemologiche ben definite: centralità della narrazione e della ricerca ermeneutica, intreccio di riflessione cognitiva e di ricerca-azione come prassi pedagogica e didattica. Propone percorsi narrativi che riguardano i significati della scrittura in ambito pedagogico e vengono presentate alcune metodologie per scrivere e per raccontarsi.

Autore

Raffaella Biagioli è  Professore Associato di Pedagogia Generale e Sociale, presso l’ Universita d Firenze. Si interessa di Pedagogia della Scuola con riferimento alle figure marginali o con difficoltà  di apprendimento. In particolare si è occupata di Pedagogia della Marginalità, di Pedagogia di Genere e di Pedagogia Interculturale con ricadute sulla Didattica e sui Processi Formativi.

Bibliografia

Tutti i libri e gli articoli di Raffella Biagioli sono elencati nella pagina apposita del suo blog personale

 

Link

La scheda del libro sul sito web dell’editore,disponibile anche in e-book

 

Una presentazione fatta a Fahreneit – i libri e le idee – Rai Radio tre

 

Altro

UNA TESTA BEN PIENA O UNA TESTA BEN FATTA? IL TERZO ISTRUITO DI MICHEL SERRES

E che cosa significa, sempre oggi, nell’ educazione, nell’istruzione e nella ricerca, in sostanza nella scuola e nella società, puntare a una «tête bien faite»? Abbozzare l’ennesima riforma? Rattoppare ciò che il moderno ha lacerato? Lacerare ciò che di poco moderno vediamo? Oppure “investire in innovazione” – espressione sempre in voga e sempre al limite del patetico – quel tanto che basta per contenere le proprie paure? 


Questo il cuore del commento –  pubblicato in Tysm Literary Review – che Marco Dotti dedica all’ultimo libro di Michele Serres, Non è un mondo per vecchi. Perché i ragazzi rivoluzionano il sapere  

Altro