Taggato: Letteratura

Le parole degli altri

Le parole degli altri

Michael Uras

Editrice Nord, 2017 (Narrativa Nord)

 

Il primo testo è essenziale, permette di vedere fino a che punto le parole possono penetrare l’altro. La sua porosità alla letteratura.

All’inizio o si è spugne o si è pietre. Il lavoro del biblioterapeuta è complesso, quando si tratta di trasformare la pietra. Ma che soddisfazione quando ci si riesce!

Rilanci

Letture –  Roderick Duddle Michele Mari, Einaudi, 2014

Film – La Storia infinita, Wolfgang Petersen, 1984 ( tratto dall’omonimo romanzo di Michael Ende)

Genere

Narrativa

Parole Chiave

Libri, letteratura, biblioterapia

Trama

Alex svolge una professione insolita e affascinante: ha saputo trasformare la sua grande passione per la lettura in una professione ed è diventato un biblioterapeuta. La storia comincia con un abbandono, Alex è appena stato lasciato dalla sua fidanzata e cerca, come sempre, conforto in qualche buona lettura. Mentre cerca di curare il suo mal d’amore con la letteratura, ci guida in un’esplorazione narrativa ed esistenziale con i suoi pazienti.

Autore

Michaël Uras è nato in Francia nel 1977 da padre sardo e madre francese. La sua passione per la lettura l’ha spinto a dedicarsi agli studi letterari, culminati in una laurea all’università di Besançon e successivamente in una alla Sorbona di Parigi. Attualmente insegna Lettere in una scuola superiore francese

Bibliografia

Michael Uras ha pubblicato in Italia due romanzi, potrete prenotarne una copia a questo link

Link

La scheda del libro sul sito dell’editore

Una recensione dal sito on line Critica Letteraria

L’intervista all’autore su Bookblister

 

Altro

I cento libri

I cento libri che rendono più ricca la nostra vita

Piero Dorfles

Garzanti, 2014 (Saggi)

centolibri

Più letture in comune si hanno, più grande è il sistema di riferimenti e di esperienza, più vari sono i tipi umani a cui fare riferimento, più estesa è la gamma di sentimenti che si possono citare; più ampia la zona di sapere condiviso che è quella che permette di vivere, se non in sintonia, almeno in compagnia degli altri.

Forse esagero, ma penso che senza lettura sia difficile comprendere quanto ci arricchisce il rapporto con chi è diverso da noi: che senza lettura non si abbia lo stimolo a pensare su come potrebbe essere migliorato il mondo in cui viviamo; che senza lettura è improbabile che si riesca a pensare al futuro come a qualcosa il cui andamento dipende da noi.

Rilanci

Letture La metamorfosi, Franz Kafka, Principi & Principi, 2010 (Piccola Biblioteca dell’Immaginario)

LettureCosa guardo stasera? Dvd per tutte le occasioni (anche le più strane), Il Castoro, 2009

Genere

Saggistica

Parole Chiave

Lettura, letteratura, condivisione

Trama

Leggere ha ancora un senso? Cosa può insegnarci e come può cambiarci la vita? In questo libro Piero Dorfles ci accompagna in un viaggio nel magico mondo della letteratura attraverso i cento capolavori che meglio rappresentano il nostro immaginario letterario condiviso e ineludibile, e traccia un itinerario che appassionerà quanti si rivolgono ai libri per studiare, insegnare e cercare di capire meglio il mondo. Raccontandoci di utopie, di desideri, di mondi fantastici e di avventure emozionanti, ci fa rivivere la lettura come un’avventura dello spirito, un’esperienza della vita e un passaggio di maturazione. Con la consapevolezza costante che più libri si hanno in comune, più grande è il sistema di riferimenti, di esperienza e di sapere condiviso che ci permette di vivere in armonia con gli altri. Da 1984 di Orwell a Se questo è un uomo di Levi, dal Conte di Montecristo di Dumas a Delitto e castigo di Dostoevskij, la lettura diventa così un’esperienza in grado di arricchire le nostre vite attraverso ponti di emozioni e saperi condivisi, capace di avvicinarci al prossimo e di renderci sensibili al mondo e al destino dell’uomo. (Tratto da Garzantilibri.it)

 

Autore

Piero Dorfles è giornalista e critico letterario, per la Rai ha curato diversi programmi radiofonici e televisivi tra cui Il baco del millennio e La banda. Ha affiancato Patrizio Roversi, Neri Marcorè e Veronica Pivetti nella conduzione della fortunata trasmissione televisiva Per un pugno di libri. È autore di saggi dedicati al mondo della comunicazione come Carosello e l’Atlante della radio e della televisione.

Bibliografia

Tra i suoi libri, sempre di argomenti legati al mondo della comunicazione radiotelevisiva, si segnalano Atlante della radio e della televisione (Nuova ERI, 1988), “Guardando all’Italia”, Nuova ERI, 1991, e Carosello (Il Mulino, 1998) e Il Ritorno del Dinosauro, una difesa della cultura, pubblicato da Garzanti Libri, 2010.

Link

Una recensione tratta dal blog asinochinolegge

Un’altra recensione tratta da “Il Piccolo” di Trieste

 

Altro

PERCHE’ ESSERE FELICE QUANDO PUOI ESSERE NORMALE?

Perché essere felice quando puoi essere normale?


Jeanette Winterson


Arnoldo Mondadori, 2012 e 2014 in Oscar Contemporanea









CITAZIONE

Cercare la felicità, e io l’ho fatto, e lo faccio tuttora, non equivale affatto ad essere felici, una condizione che io trovo effimera, dipendente dalle circostanze e un po’ ottusa.Se il sole splende, goditelo, sì, sì, sì. I giorni felici sono una benedizione, ma i giorni felici passano, devono passare, perché il tempo passa.La ricerca della felicità è più elusiva: dura tutta una vita e non è vincolata ad uno scopo.
Quello che cerco è il significato: una vita che abbia un significato. C’è l’hap, il fato, la giocata che è tua e non è prefissata, ma cambiare il corso del fiume, o dare nuove carte, qualunque sia la metafora che preferisci usare, richiederà un sacco di energie.Ci saranno volte in cui andrà così male che sopravvivrai a malapena e volte in cui capirai che sopravvivere a malapena secondo i tuoi parametri è meglio che vivere una vita pomposa secondo i parametri degli altri.La ricerca non è tutto o niente: è tutto. E niente, come ci insegnano le quest stories.


RILANCI

Film:

The Hours, Le ore, Stephen Daldry, 2002

Letture:


Non ci sono solo le arance, Jeanette Winterson, Arnoldi Mondadori, 1999 (Piccola biblioteca Oscar)

Musica:


L’orologio degli dei, Giovanni Allevi. Tratto da Joy, Ricordi- Sony, 2006

GENERE


Narrativa

PAROLE CHIAVE 


Autobiografia – Identità – Letteratura – Scrittura

TRAMA 


Jeanette Winterson riscrive la sua storia, quella di un’infanzia difficile con i genitori adottivi. A sedici anni – è l’autunno del 1975 – Jeanette sceglie di essere felice, abbandona la casa dei genitori pur di continuare a vedere la ragazza di cui è innamorata e vive per alcuni mesi in una Mini abbandonata, finché la sua insegnante di letteratura le offre un letto a casa sua. E’ la storia di una lotta per la sopravvivenza, della continua ricerca di un senso e di come il suo amore per la lettura e per la scrittura le abbiano più volte salvato la vita.

AUTORE


Jeanette Winterson è considerata una delle migliori scrittrici inglesi viventi. E’ vissuta nel nord dell’Inghilterra e ora vive a Londra. Ha esordito con il romanzo Non ci sono solo le arance che ha vinto il celebre Whitbread First Novel, poi diventata una fortunata serie televisiva della BBC. In Italia è diventata famosa con il romanzo Scritto sul corpo, pubblicato dalla Mondadori che ha pubblicato molti altri suoi libri, tra cui Il sesso delle ciliegie romanzo con cui l’autrice vinse nel 1989 il premio dell’American Arts and Letters Academy.

BIBLIOGRAFIA 


Tutti i libri di Jeanette Winterson, tradotti in italiano sul sito ibs.com


LINK


La scheda del libro sul sito dell’editore

Una recensione dalle pagine della Biblioteca San Giorgio di Pistoia


Un’intervistaalla Winterson apparsa su ilmiolibro.it


Altro

PSICOLOGIA E LETTERATURA



È merito di Dostoevskij se la letteratura europea diventa un campo psichico in cui domina la dimensione interiore. Si tratta di un nuovo modo di raccontarsi, visto che l’Io decide attivamente di sognare e di mettersi in contatto con il suo “sottosuolo” piuttosto che limitarsi a descrivere ciò che lo circonda.

Questo l’incipit dell’articolo di Katia Carlini, presidente di Psicologia in movimento, pubblicato su benessere.com

Altro