L’Amore è tutto. E’ tutto ciò che so dell’amore

Michela Marzano

Utet, 2013









CITAZIONE:

L’amore, quello vero, è fatto di un andirivieni continuo tra la realtà e l’immaginazione. Un andare verso l’altro poco prima di allontanarsi. Un esserci che non può impedire all’altro di essere talvolta assente.

Anche nell’amore più grande c’è uno spazio vuoto che non si può riempire, con tante zone d’ombra che non si potranno mai cancellare.

Non c’è amore senza incertezze. E le incertezze sono il contrario esatto della cristallizzazione.

Solo l’ideale è immobile. Solo ciò che non esiste non cambia mai.

RILANCI:
Film:
Le onde del destino, Lars Von Trier, 1996 ( Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes del 1996) 

Letture:
La piazza del diamante, Mercè Rodoreda, La Nuova frontiera, 2008; Beat, 2012

Musica:

      Los suenos, Astor Piazzolla ( dalla colonna Sonora del film Sur)


GENERE:
Diari e Memorie
PAROLE CHIAVE:
Amore – Autobiografia
TRAMA:
Michela Marzano sa che, sull’amore, di libri ne sono stati scritti molti; per formazione e professione conosce quello che hanno detto i filosofi e poi ha letto i poeti e i romanzieri. E’ anche convinta che, con le teorie, coi libri, l’amore c’entri poco o niente: l’unico amore che vale la pena di essere raccontato è quello quotidiano, reale, concreto. L’amore che siamo e che ci portiamo addosso.
Da bambina che sogna il Principe Azzurro a donna che oscilla tra l’eccesso di romanticismo e una sorta di cinismo per proteggersi dalle delusioni, una sera –  per caso, per gioco – incontra l’uomo che diventerà suo marito. La narrazione si dipana da quell’incontro, che pare simile a molti altri, al suo matrimonio, attraversando tutte le diverse fasi di costruzione della relazione amorosa.
Non aspettatevi quindi un manuale o un saggio filosofico, piuttosto una sorta di memoriale che partendo dall’esperienza di vita dell’autrice, esprime ciò che tutti prima poi hanno vissuto o vivono nel proprio rapporto amoroso. È un libro di speranza e tristezza, ma soprattutto un libro che racconta un’esperienza comune, uguale per tutti noi, anche se poi per ognuno di noi assume una forma differente.
AUTORE:
Michela Marzano è nata a Roma nel 1970. Ha studiato all’università di Pisa e ha conseguito un dottorato di ricerca in Filosofia alla Scuola Normale Superiore di Pisa. È autrice di numerosi saggi e articoli di filosofia morale e politica. In Italia ha pubblicato, tra gli altri, Estensione del dominio della manipolazione (2009), Sii bella e stai zitta (2010),Volevo essere una farfalla (2011), Avere fiducia (2012). Direttrice del Dipartimento di Scienze Sociali (SHS – Sorbona) e professore ordinario all’Université Paris Descartes, dirige una collana di saggi filosofici per le Edizioni PUF e collabora con “la Repubblica” e con “Vanity fair” dove cura una rubrica dal titolo, l’amore è tutto? Attualmente è anche deputato del Parlamento italiano e membro della Commissione Gustizia.

BIBLIOGRAFIA:
Un  elenco dei suoi libri – in francese e in italiano – raccolti sulla voce di Wikipedia a lei dedicata.

LINK:
La scheda del libro sul sito dell’editore Utet

Un lungo articolo di  Elvira Serra dal Corriere 


Il blog di Michela Marzano